Passa ai contenuti principali

Core training, alleniamolo!

Allenare il core training, ovvero la parte centrale del corpo, è essenziale per dare stabilità ai movimenti funzionali.

Non basta allenare addome e lombari per avere i benefici sperati, bsogna collegare questi muscoli alla zona zona interna che si trova tra sacro e pube, li c’è un network muscolare unico, preparato ad affrontare pressioni interne e trazioni esterne continue e a volte violente.

Ti sei mai chiesto perché quando si perde tono muscolare la prima zona a diventare tondeggiante è quella sotto l’ombelico?

Che fai in questo caso, provi a dimagrire ma non torna mai piatta, fai addominali, ma se ti chini a lavare il viso la vedi pendere, ma come fino a poco tempo fa era una tavola da surf, ore che è successo?

É successo che o per l’età, o per atonia, uno dei ruoli del bacino viene meno, in questo caso il bacino è il contenitore e non contiene più ed il contenuto straripa in avanti, spesso capita di vedere la pancetta in modelle bellissime, magrissime ma senza un muscolo.





Se ci pensi un attimo, puoi notare che molti muscoli si agganciano a questa area. Adduttori, addominal, iliaco, psoas, piramidale, piriforme.

Quando si lavora sul core training bisogna allenare dall'interno  verso l’esterno.

Imparare a controllare l’area interna al piccolo bacino prima inibendo il lavoro degli altri muscoli, e dopo rendendoli attivatori dei movimenti.

L'obietivo è  fare in modo che questi muscoli interni diventino sensibili ed elastici, poi si può iniziare ad allenare il movimento del bacino, tutta questa fase è poco atletica, però sarà la tua arma segreta una volta allenata a dovere.

Da qui in poi potrai iniziare ad allenare i muscoli, cosa che farai dopo aver scelto quali siano le catene muscolari da tonificare tramite L' analisi posturale, un indizio, se hai i piedi tendenti al piatto, forse lavorare sui muscoli posteriori ipotonici è una buona scelta, se hai invece ha un piede contratto, tendente al cavo puoi provare un lavoro mirato all’addome.

Il core trainign fatto partire dal'interno, stimolando e tonificando i muscoli pelvici  ti darà molte soddisfazioni.

Allenati

Commenti

Post popolari in questo blog

Crampi e contratture ai polpacci, recupero rapido.

Sono sempre in  parecchi quelli che mi chiedono cosa fare con  le contratture ed i postumi dei crampi ai polpacci. I commenti sono: ho i polpacci di pietra, si sono induriti improvvisamente e così sono rimasti, li ho completamente contratti, ho avuto una distrazione di 9 mm .. Ecc.  
Ecco alcuni semplici consigli per recuperare prima questa fastidiosa evenienza.
E' d'obbligo il controllo medico, ecografia o RMN, vedrà lui cosa fare, ma va fatto, poi se tutto è ok, puoi procedere con le mie info.

Questo perché, se pensi di fare da solo, di decidere di cosa si tratta, sei nel immerso letame fino al collo, è sono stato gentile. 
Le cose da fare

N° 1, scaricare la catena miofasciale posteriore, basta mettere un piede su una pallina di gomma dura, molto  dura e fare scorrere la pianta per una decina di minuti, e così si ottiene un piccolo sbocco di tutta la catena di muscoli che parte dal piede e raggiunge il collo, con il conseguente rilassamento.
N°2, La seconda cosa da fare è decompri…

Adduttori affaticati e contratti

Ritorno sull'argomento adduttori affaticati e contratti, revisionando e ripubblicando questo post, scritto nel marzo 2012. In questi giorni ho avuto modo di sentire e leggere molte “idee” sulla “gestione” di questi muscoli, e come al solito trovo delle incongruenze di natura meccanica e funzionale nei metodi di tonificazione e de-tonificazione di questi muscoli. Dicembre 2014
L'argomento interessa in particolare gli atleti, i preparatori fisici e gli allenatori.

Postura migliore e senza spendere soldi con i massaggi.

Una postura migliore senza spendere tanti soldi è possibile basta un poco di impegno. E con questo post ti faccio un regalo che vale oro per ogni lettera scritta. Prima però leggi i 7 errori da evitare per rovinare la postura.

Quando ho iniziato a fare il posturologo nella mia città, Reggio Calabria, il mio impegno era rivolto agli sportivi professionisti delle squadre con cui lavoravo. Dopo, quando ho portato "fuori" dall'ambito sportivo al mia attività ho utilizzato molte delle cose che avevo scoperto lavorando con gli sportivi. 
Questa è una, i massaggi.

Farsi fare i massaggi dal partner o da un amico/a o per alcune tecniche imparare a farseli da soli è un buon modo per stare bene, e per chi fa sport massimizzare gli effetti dell’allenamento. Oltre che il benessere psicofisico che ti fa raggiungere, aiuta mente e postura.

Quelle che illustrerò in seguito, sono tecniche di massaggio che insegno ai miei atleti ed ai loro istruttori, o ai miei clienti e ai loro familiari. L…