Passa ai contenuti principali

Triathlon. l'allenamento per iniziare

Triatlon

Ultimamente, ho ricevuto diverse richieste di piani di allenamento per il triathlon, in molti si sono affacciati a questa specialità, che, pure se impegnativa, affascina molti sportivi dilettanti che chiedono quale possa essere l'allenamento per iniziare.



Ho preparato un programma base, per avvvicinarsi progressivamente alla fatica della disciplina, è orientato su tre giorni di allenamento la settimana, ogni giorno è dedicato ad una dei tre sport. Niente toglie la possibilità di fare più allenamenti, magari nella disciplina in cui ci si sente meno predisposti o in quella che diverte di più.

Programma corsa su tre sedute:

1° corsa continua lenta da 50 a 70 minuti,
2° corsa con variazioni di ritmo, per 40 minuti, un minuto forte alternato ad un minuto piano.
3° corsa media, 30 minuti intensità alta.

Incrementi: due possibilità,
aumentando la durata
 aumentando la velocità di percorrenza a parità di distanza.


Programma nuoto su tre sedute:


seduta basata sulla scomposizione dello stile, per tre stili. Solo braccia e solo gambe,  alternando stile libero, dorso e delfino.
Seduta basata su vasche singole ad intensità alta separate da un recupero di 30”, dopo ogni serie di 6 vasche recuperare per 3’, completare da 6 a 8 serie.
Fondo, vasche continue a intensità bassa, eseguire almeno 8-12 vasche continue prima di recuperare.

Incrementi: due possibilità,
aumentando il numero di vasche
 aumentando la velocità di percorrenza a parità di distanza.


Programma bici su tre sedute:


fondo lento continuo, distanza tra i 90 e i 120 minuti
Variazioni di ritmo, 3 minuti fa velocità alta alternati a 3 minuti velocità media per 60 minuti.
Ripetute in salita. Su una salita con pendenza scarsa, eseguire delle ripetute di 3-4 minuti di durata con un rapporto duro, recuperare in discesa a pedali fermi per un tempo analogo. Fare 6- 8 ripetute.

aumentando la durata
 aumentando la velocità di percorrenza a parità di distanza.
Aumentando il numero di ripetute


Il programma è basato su tre esercizi per ogni attività. Ipotizzando tre allenamenti la settimana, uno per attività, basterà ruotare ad ogni seduta un esercizio. In pratica si potrà completare il programma dopo 3 settimane e 9 sedute complessive.


Foto di Surizar

Commenti

Post popolari in questo blog

Crampi e contratture ai polpacci, recupero rapido.

Sono sempre in  parecchi quelli che mi chiedono cosa fare con  le contratture ed i postumi dei crampi ai polpacci. I commenti sono: ho i polpacci di pietra, si sono induriti improvvisamente e così sono rimasti, li ho completamente contratti, ho avuto una distrazione di 9 mm .. Ecc.  
Ecco alcuni semplici consigli per recuperare prima questa fastidiosa evenienza.
E' d'obbligo il controllo medico, ecografia o RMN, vedrà lui cosa fare, ma va fatto, poi se tutto è ok, puoi procedere con le mie info.

Questo perché, se pensi di fare da solo, di decidere di cosa si tratta, sei nel immerso letame fino al collo, è sono stato gentile. 
Le cose da fare

N° 1, scaricare la catena miofasciale posteriore, basta mettere un piede su una pallina di gomma dura, molto  dura e fare scorrere la pianta per una decina di minuti, e così si ottiene un piccolo sbocco di tutta la catena di muscoli che parte dal piede e raggiunge il collo, con il conseguente rilassamento.
N°2, La seconda cosa da fare è decompri…

Adduttori affaticati e contratti

Ritorno sull'argomento adduttori affaticati e contratti, revisionando e ripubblicando questo post, scritto nel marzo 2012. In questi giorni ho avuto modo di sentire e leggere molte “idee” sulla “gestione” di questi muscoli, e come al solito trovo delle incongruenze di natura meccanica e funzionale nei metodi di tonificazione e de-tonificazione di questi muscoli. Dicembre 2014
L'argomento interessa in particolare gli atleti, i preparatori fisici e gli allenatori.

Postura migliore e senza spendere soldi con i massaggi.

Una postura migliore senza spendere tanti soldi è possibile basta un poco di impegno. E con questo post ti faccio un regalo che vale oro per ogni lettera scritta. Prima però leggi i 7 errori da evitare per rovinare la postura.

Quando ho iniziato a fare il posturologo nella mia città, Reggio Calabria, il mio impegno era rivolto agli sportivi professionisti delle squadre con cui lavoravo. Dopo, quando ho portato "fuori" dall'ambito sportivo al mia attività ho utilizzato molte delle cose che avevo scoperto lavorando con gli sportivi. 
Questa è una, i massaggi.

Farsi fare i massaggi dal partner o da un amico/a o per alcune tecniche imparare a farseli da soli è un buon modo per stare bene, e per chi fa sport massimizzare gli effetti dell’allenamento. Oltre che il benessere psicofisico che ti fa raggiungere, aiuta mente e postura.

Quelle che illustrerò in seguito, sono tecniche di massaggio che insegno ai miei atleti ed ai loro istruttori, o ai miei clienti e ai loro familiari. L…