Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Dicembre, 2016

Non appendere le scarpe al chiodo

Questo di cui scrivoèl’esempio concreto di come cambiano le cose se si guardano da punti di vista differenti.
Alcuni mesi fa telefona un mio amico e cliente che vive all’estero e mi dice pressappoco così: ti chiamerà a breve un mio collega, mi raccomando, abbi pazienza con lui, non mandarlo subito a quel paese (non erano proprio queste le parole ...), sono convinto che tu lo possa aiutare, glielo ripeto da tre anni e finalmente si è deciso a chiamarti. Io rispondo, va bene, e preciso di non essere poi così rigido, lui si mette a ridere e ci salutiamo.
Mi telefona il tizio, un arbitro di un’altra regione, ha un problema alla schiena, dolori e rigidità tali da non permettergli di correre e arbitrare. L’ultimo medico che lo ha visitato gli ha detto che prima o poi bisogna accettare la vita e appendere le scarpe al chiodo, un’altro aveva dichiarato la sua schiena inoperabile, e ora capisco le raccomandazioni del mio amico ... Conoscendomi, sa che non gli avrei fissato l’appuntamento. Mi rac…