Passa ai contenuti principali

Danza, la preparazione.


La preparazione nella danza è utile?

In merito al post  su danza e mal di schiena, ci sarebbero da fare un po di approfondimenti.




Quello che manca nelle scuole di danza è uno spazio dedicato allo sviluppo corporeo; sarebbe utile prevedere corsi veri e propri, di preparazione alla danza, che abbiano come scopo lo sviluppo corporeo e il miglioramento di quelle che sono le caratteristiche peculiari di chi danza.
Corsi, che, come in tutte le attività fisiche, si evolvano progressivamente dalla fase di formazione alla fase di performance.

 Non mi si può dire che la danza non è come uno sport! La danza può essere più dura e faticosa della maggior parte degli sport che conosciamo! Costringere una ragazzina ad affrontare ripetutamente pose e movimenti a cui non è preparata o predisposta può significare sottoporla a stress fisici che lasceranno il segno.
Smettiamo di pensare che alla fine si “forgerà” questo è un modo di pensare antico, vecchio, sciocco! La ragazza non è ferro da forgiare! La ragazza è mente e muscoli e tendini, e per una che resiste  cento abbandonano e stanno male....

Esistono percorsi  di danza che si occupano delle formazione fisica, ad esempio la scuola fondata da Lester Horton, basata sulla mobilità, sulla capacità di allungamento di ogni articolazione corporea, sull’equilibrio e sul rapporto del corpo con la gravità.

 O come tecniche più moderne, come quella segnalatami Filippo,  un collega Chinesiologo, che fa il danzatore professionista all’estero. La  axsis syllabus, una tecnica di movimento esplorativo che rende consapevole e congruo il gesto. Migliorando il core e ampliando le capacità articolari, una tecnica che auspica la collaborazione di più professionisti del corpo nello sviluppo del movimento del danzatore.

Conoscere e usare tecniche come questa, significa poter dare ai propri allievi una marcia in più per poter sviluppare al meglio la loro espressività e il loro potenziale, senza incorrere in patologie articolari che ricorderanno per il resto della loro vita.

Abbinare ai corsi di danza delle lezioni di sviluppo del movimento consapevole e dei corsi di “posturale” veri  e e non fatti da esercizi scimmiottati uguali per tutti.
Non è una perdita di tempo o un sottrarre tempo alla danza è amplificare la  danza e rendere più facile apprendimento ed esecuzione.
Purtroppo professionisti che conoscano queste tematiche e abbiano volontà di applicarle ce ne sono veramente pochi.


Quindi, per finire, la preparazione nella danza è fondamentale.

Commenti

Post popolari in questo blog

Crampi e contratture ai polpacci, recupero rapido.

Sono sempre in  parecchi quelli che mi chiedono cosa fare con  le contratture ed i postumi dei crampi ai polpacci. I commenti sono: ho i polpacci di pietra, si sono induriti improvvisamente e così sono rimasti, li ho completamente contratti, ho avuto una distrazione di 9 mm .. Ecc.  
Ecco alcuni semplici consigli per recuperare prima questa fastidiosa evenienza.
E' d'obbligo il controllo medico, ecografia o RMN, vedrà lui cosa fare, ma va fatto, poi se tutto è ok, puoi procedere con le mie info.

Questo perché, se pensi di fare da solo, di decidere di cosa si tratta, sei nel immerso letame fino al collo, è sono stato gentile. 
Le cose da fare

N° 1, scaricare la catena miofasciale posteriore, basta mettere un piede su una pallina di gomma dura, molto  dura e fare scorrere la pianta per una decina di minuti, e così si ottiene un piccolo sbocco di tutta la catena di muscoli che parte dal piede e raggiunge il collo, con il conseguente rilassamento.
N°2, La seconda cosa da fare è decompri…

Adduttori affaticati e contratti

Ritorno sull'argomento adduttori affaticati e contratti, revisionando e ripubblicando questo post, scritto nel marzo 2012. In questi giorni ho avuto modo di sentire e leggere molte “idee” sulla “gestione” di questi muscoli, e come al solito trovo delle incongruenze di natura meccanica e funzionale nei metodi di tonificazione e de-tonificazione di questi muscoli. Dicembre 2014
L'argomento interessa in particolare gli atleti, i preparatori fisici e gli allenatori.

Postura migliore e senza spendere soldi con i massaggi.

Una postura migliore senza spendere tanti soldi è possibile basta un poco di impegno. E con questo post ti faccio un regalo che vale oro per ogni lettera scritta. Prima però leggi i 7 errori da evitare per rovinare la postura.

Quando ho iniziato a fare il posturologo nella mia città, Reggio Calabria, il mio impegno era rivolto agli sportivi professionisti delle squadre con cui lavoravo. Dopo, quando ho portato "fuori" dall'ambito sportivo al mia attività ho utilizzato molte delle cose che avevo scoperto lavorando con gli sportivi. 
Questa è una, i massaggi.

Farsi fare i massaggi dal partner o da un amico/a o per alcune tecniche imparare a farseli da soli è un buon modo per stare bene, e per chi fa sport massimizzare gli effetti dell’allenamento. Oltre che il benessere psicofisico che ti fa raggiungere, aiuta mente e postura.

Quelle che illustrerò in seguito, sono tecniche di massaggio che insegno ai miei atleti ed ai loro istruttori, o ai miei clienti e ai loro familiari. L…