Passa ai contenuti principali

Camminare per dimagrire, fai il Walking

 Vuoi dimagrire? Hai del tempo e vuoi impiegarlo al meglio? Però non sei proprio un’atleta e non sai come fare?

Bene, ho una notizia, questo sistema fa  fa miracoli se ci impieghi un po’ di tempo e di energia, basta camminare. Il walking.



Camminare
? Si, è la soluzione per perdere peso.

Camminare è facile, quindi basta mettersi una tuta uscire di casa e .... Andare.

OK, aspetta, ragioniamo sul perché di questa scelta.

Quando ci si muove l’energia la ricaviamo da tre tipi differenti di carburante, zuccheri, proteine e grassi.

Comunemente si pensa che  ogni tipo di attività utilizzi un tipo specifico di carburante, corretto ma non del tutto esatto, ogni attività fisica prolungata utilizza una miscela dei tre carburanti, se faremo uno sforzo di qualche minuto prevarrà una percentuale maggiore di zuccheri, mentre se prolungheremo di parecchio lo sforzo ne prevarrà un’altra con maggiore percentuale di grassi, se lo sforzo sarà intenso allora utilizzeremo anche le proteine.

Ecco, ci orientiamo alla camminata perché l’attività si esplica grazie al consumo di una miscela a prevalenza di grassi.

Perfetto!

Però ci sono delle piccole difficoltà. Sarebbe troppo bello se tutto filasse liscio, vero?

devi iniziare almeno con 40 minuti al giorno, e poi mano a mano che ti alleni aumentare la velocità e/o la durata.



Supponiamo che pesi 50 kg, e hai 60 minuti di tempo  più la doccia ed il resto, se vai a:

  • 3 km/h consumi 150 calorie
  • 4 km/h consumi 180 calorie
  • 5 km/h consumi 240 calorie
  • 6 km/h consumi 270 calorie

Naturalmente più pesi e più consumi.

Come vedi è facile da fare ed il consumo aumenta con l’aumentare della tua capacità a camminare veloce.

Comunque prendi le indicazioni sul consumo in modo approssimativo, il consumo varia secondo la velocità come dicevamo ma anche secondo la pendenza, camminare in salita ed in discesa aumenta il dispendio e la temperatura esterna.

Il vantaggio è che si tratta di un’attività che punta alle tue riserve energetiche, si proprio le maniglie dell’amore, i fianchi ecc.

E mette molta meno fame rispetto alla corsa perché tende a livellare il livello degli zuccheri, mentre la corsa abbassandoli rapidamente ti fa venire più fame.

Puoi fare il walking uscendo di casa direttamente, in spiaggia dove aumenta di molto il dispendio energetico e le tue gambe migliorano il tono, in montagna anche qui il consumo aumenta ed in palestra sul tapis roulant, che andrai ad impostare in modo tale da avere continui cambi di pendenza.

Cammina e vedrai che i risultati non tarderanno ad arrivare.

Buon divertimento

La prima parte del manuale del Walking la trovi cliccando su: fai il walking, il manuale

altri post utili li puoi trovare cliccando qui 

foto di aresaubum

Commenti

Post popolari in questo blog

Crampi e contratture ai polpacci, recupero rapido.

Sono sempre in  parecchi quelli che mi chiedono cosa fare con  le contratture ed i postumi dei crampi ai polpacci. I commenti sono: ho i polpacci di pietra, si sono induriti improvvisamente e così sono rimasti, li ho completamente contratti, ho avuto una distrazione di 9 mm .. Ecc.  
Ecco alcuni semplici consigli per recuperare prima questa fastidiosa evenienza.
E' d'obbligo il controllo medico, ecografia o RMN, vedrà lui cosa fare, ma va fatto, poi se tutto è ok, puoi procedere con le mie info.

Questo perché, se pensi di fare da solo, di decidere di cosa si tratta, sei nel immerso letame fino al collo, è sono stato gentile. 
Le cose da fare

N° 1, scaricare la catena miofasciale posteriore, basta mettere un piede su una pallina di gomma dura, molto  dura e fare scorrere la pianta per una decina di minuti, e così si ottiene un piccolo sbocco di tutta la catena di muscoli che parte dal piede e raggiunge il collo, con il conseguente rilassamento.
N°2, La seconda cosa da fare è decompri…

Adduttori affaticati e contratti

Ritorno sull'argomento adduttori affaticati e contratti, revisionando e ripubblicando questo post, scritto nel marzo 2012. In questi giorni ho avuto modo di sentire e leggere molte “idee” sulla “gestione” di questi muscoli, e come al solito trovo delle incongruenze di natura meccanica e funzionale nei metodi di tonificazione e de-tonificazione di questi muscoli. Dicembre 2014
L'argomento interessa in particolare gli atleti, i preparatori fisici e gli allenatori.

Postura migliore e senza spendere soldi con i massaggi.

Una postura migliore senza spendere tanti soldi è possibile basta un poco di impegno. E con questo post ti faccio un regalo che vale oro per ogni lettera scritta. Prima però leggi i 7 errori da evitare per rovinare la postura.

Quando ho iniziato a fare il posturologo nella mia città, Reggio Calabria, il mio impegno era rivolto agli sportivi professionisti delle squadre con cui lavoravo. Dopo, quando ho portato "fuori" dall'ambito sportivo al mia attività ho utilizzato molte delle cose che avevo scoperto lavorando con gli sportivi. 
Questa è una, i massaggi.

Farsi fare i massaggi dal partner o da un amico/a o per alcune tecniche imparare a farseli da soli è un buon modo per stare bene, e per chi fa sport massimizzare gli effetti dell’allenamento. Oltre che il benessere psicofisico che ti fa raggiungere, aiuta mente e postura.

Quelle che illustrerò in seguito, sono tecniche di massaggio che insegno ai miei atleti ed ai loro istruttori, o ai miei clienti e ai loro familiari. L…