Passa ai contenuti principali

Fare pesi prima di una partita!

oggi mi trovavo a parlare dell’argomento con un allenatore, e stranamente alcuni giorni fa lo stesso argomento era saltato fuori durante uno scambio di impressioni con alcuni colleghi.

É conveniente fare pesi prima della partita?

Dipende dai giocatori, è un po’ come per il sesso prima della gara,c’è chi lo fa senza problemi e chi assolutamente no. É un problema di formazione e cultura.

Ho avuto giocatori strapagati che per portarli i palestra dovevo vestirmi da domatore con uno sgabello nella mano sinistra ed una frusta nella destra, altri bravi uguale che per farli uscire dalla sala pesi dovevo staccare la luce. Cultura del lavoro e conoscenza del corpo prima di tutto.

Sconfitte le remore psicologiche di chi è mancante di questa cultura, posso affermare che i pesi possono essere utili, ma solo se fatti bene.

Alcune regole:

I pesi pre-gara devono essere introdotti in allenamento e prima delle amichevoli.
Li possono fare solo gli atleti con un background di forza ben consolidato.
Deve essere brevissimo.
Deve riguardare aspetti della forza specifici. Non ha scopo allenante.
Gli angoli di lavoro devono essere ridotti.

La mia esperienza in tal senso è stata la seguente.

Con Atleti con la A maiuscola ho inserito i seguenti esercizi, in genere due su tre:
1/4 di squat per 3 ripetizioni, per due serie.
Girata al petto con battuta dei piedi a terra forte, due serie
Slancio sopra la testa, due serie.

In una società in cui avevo a disposizione un ottimo modello di pedana a vibrazioni, avevo inserito anche una micro sequenza di vibrazioni, 30 hz per 20/30”. per tre volte.

La risposta è stata positiva, tanto che alcuni esercizi sono stati riproposti nell’intervallo tra primo e secondo tempo (a fare due girate al petto ci si mette un attimo).

Quindi i fattori da considerare sono: il rapporto psiche allenamento dell’atleta; il livello di fitness muscolare e l’abilità tecnica; i tempi di lavoro estremamente ridotti. In 10 minuti finisce tutto.

Sarebbe interessante misurare il rilascio di testosterone in questi frangenti, (pre-partita) non ne ho avuto ancora la possibilità, magari in futuro, se si decideranno a produrre un kit non invasivo.

e pensare che c'è chi ha paura di fare pesi il venerdì......

Commenti

Post popolari in questo blog

Crampi e contratture ai polpacci, recupero rapido.

Sono sempre in  parecchi quelli che mi chiedono cosa fare con  le contratture ed i postumi dei crampi ai polpacci. I commenti sono: ho i polpacci di pietra, si sono induriti improvvisamente e così sono rimasti, li ho completamente contratti, ho avuto una distrazione di 9 mm .. Ecc.  
Ecco alcuni semplici consigli per recuperare prima questa fastidiosa evenienza.
E' d'obbligo il controllo medico, ecografia o RMN, vedrà lui cosa fare, ma va fatto, poi se tutto è ok, puoi procedere con le mie info.

Questo perché, se pensi di fare da solo, di decidere di cosa si tratta, sei nel immerso letame fino al collo, è sono stato gentile. 
Le cose da fare

N° 1, scaricare la catena miofasciale posteriore, basta mettere un piede su una pallina di gomma dura, molto  dura e fare scorrere la pianta per una decina di minuti, e così si ottiene un piccolo sbocco di tutta la catena di muscoli che parte dal piede e raggiunge il collo, con il conseguente rilassamento.
N°2, La seconda cosa da fare è decompri…

Adduttori affaticati e contratti

Ritorno sull'argomento adduttori affaticati e contratti, revisionando e ripubblicando questo post, scritto nel marzo 2012. In questi giorni ho avuto modo di sentire e leggere molte “idee” sulla “gestione” di questi muscoli, e come al solito trovo delle incongruenze di natura meccanica e funzionale nei metodi di tonificazione e de-tonificazione di questi muscoli. Dicembre 2014
L'argomento interessa in particolare gli atleti, i preparatori fisici e gli allenatori.

Postura migliore e senza spendere soldi con i massaggi.

Una postura migliore senza spendere tanti soldi è possibile basta un poco di impegno. E con questo post ti faccio un regalo che vale oro per ogni lettera scritta. Prima però leggi i 7 errori da evitare per rovinare la postura.

Quando ho iniziato a fare il posturologo nella mia città, Reggio Calabria, il mio impegno era rivolto agli sportivi professionisti delle squadre con cui lavoravo. Dopo, quando ho portato "fuori" dall'ambito sportivo al mia attività ho utilizzato molte delle cose che avevo scoperto lavorando con gli sportivi. 
Questa è una, i massaggi.

Farsi fare i massaggi dal partner o da un amico/a o per alcune tecniche imparare a farseli da soli è un buon modo per stare bene, e per chi fa sport massimizzare gli effetti dell’allenamento. Oltre che il benessere psicofisico che ti fa raggiungere, aiuta mente e postura.

Quelle che illustrerò in seguito, sono tecniche di massaggio che insegno ai miei atleti ed ai loro istruttori, o ai miei clienti e ai loro familiari. L…