Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2009

Vuoi scolpire il tuo corpo?

in questo post parlerò di: forma fisica, allenamento, scolpire il corpo, alimentazione, postura.

Un mese per scolpire il corpo non basta, programmi miracolosi non ne esistono, fatica, sudore e metodo sono le uniche possibilità, leggi.

I corpi statuari degli atleti che vedi in TV o nelle manifestazioni sportive non sono frutto del caso. Vuoi veramente diventare così? E' possibile, con tanta determinazione, tanta fatica ed il giusto Coach. Scolpire il corpo non è facile, anzi, richiede fatica, metodo ed allenamento, una genetica adeguata aiuta, però si può.
Se vuoi realizzare il cambiamento segui gli articoli dedicati. Cominciamo con i primi 10 consigli in materia di scultura corporea.

1) fatti scattare 4 foto, fronte, retro e i due profili, evidenzia sulle foto i punti deboli e i punti di forza secondo te.
2) organizza la tua alimentazione, devi mangiare una maggiore quantità di proteine magre, ottimo il pesce, abbinate ad insalate e ortaggi, diminuisci progressivamente i carboi…

Preparazione fisica gli elastici

Io uso molto gli elastici durante gli allenamenti, li considero una delle chiavi per migliorare la forza, o meglio, la sensibilità muscolare per gestirla. Nel video sono riportati normali esercizi eseguiti con gli elastici, l'autore mi ha tolto un bel po' di fatica producendo il video che rappresenta una traccia utile per poter programmare work out efficaci o semplicemente parti di essi.
Una richiesta che mi viene fatta costantemente è su come usare gli elastici e se vale ne vale la pena, capisco il motivo, costano poco e rendono parecchio, però è difficile quantificarne il carico. Tra pregi è difetti di questo mezzo però ci si districa facilmente e conviene usarli, provateci e ne rimarrete entusiasti, una sola raccomandazione, iniziate con tensioni leggere, poi aumentate con elastici più tosti e più corti.

Obesità infantile, riflessioni.

Il modo di vivere è cambiato, ora si comunica meno direttamente e molto di più globalmente, questo impone mezzi di comunicazione, come quello che stiamo usando in questo momento, diversi dal passato, però prima di arrivare a questo, prima di tirare addosso alla televisione, ed ai computer, alla mancanza di movimento, al ruolo degli educatori, mi chiedo, quando si comincia ad ingrassare? Si ingrassa già in utero? O si ingrassa subito dopo la nascita? Che ruolo hanno i pediatri nel periodo di loro competenza nel quantificare quante e di che tipo devono essere le calorie ingerite, che ruolo hanno i ginecologi sullo stesso argomento, rivolto in questo caso alla madre durante la gravidanza?
Se si lasciano le famiglie in balia di se stesse, con tutti i pensieri che ci sono, sarà più facile pensare: tanto a dimagrire c'è tempo, oppure, se ha fame lasciatelo mangiare, o ancora prima, la mamma in stato interessante deve mangiare per due!! Poi che le merendine non siano il massimo lo sanno…

Bambini e obesità, c’è una soluzione?

L’allarme, stridente come una sirena dei vigili del fuoco è costante, talmente costante che non ci si fa più caso, i bambini obesi aumentano, e con il loro peso aumentano i rischi per la salute che affronteranno da adulti. Evitiamo di additare i colpevoli, pensiamo a quello che si può fare. In un articolo Carmelo Bazzano, sul n° 81 di SDS scuola dello sport, fa due cose importanti, la prima è il richiamare la categoria degli educatori fisici ad una maggiore attenzione alla categoria stessa e allo sviluppo della professione, cita Socrate “ una vita senza ricerca su se stessi e gli altri non è degna di essere vissuta”, dopo elenca una lunga serie di ricerche sull’obesità infantile, sui rischi biologici, psicologici e sui costi sanitari. Dall’articolo salta all’occhio che tranne per l’area sub-sahariana esente dall’obesità il resto del mondo ne è afflitto. L’articolo merita, è non mi sembra giusto riportarlo, potete, se vi interessa richiederlo, alla Calzetti e Mariucci.
Mi riallaccio a…

Eliminare la cellulite camminando in acqua. Ma serve veramente?

Per dimagrire, snellire le forme, eliminare la cellulite è buona norma fare delle lunghe passeggiate in acqua quando si è al mare, bene, lasciate perdere tanto non serve.
Mi dispiace smontare uno dei tanti luoghi comuni sul dimagrimento, però questo blog ha anche questo scopo, fare quello che serve ed eliminare quello che non porta a nessun beneficio.
Vediamo perché.
L'acqua di mare, specie se freddina è un ottimo modo per riattivare la circolazione, se ci si abbina la classica passeggiata diventa ottima, ma allora perché non serve? Non serve se fatta solo per crearsi un alibi morale, non serve se fatta per una settimana, non serve se fatta a passo lento, non serve se fatta per soli 100 metri andata e ritorno.
Volete renderla efficace?
1) Pensate di camminare nell'acqua per almeno 30 minuti, muniti di cappello e scarpette di gomma.
2) il passo deve essere svelto, la passeggiata con l'amica e conseguente chiacchiericcio, è utile alla socializzazione, ma non alla forma fisica.
3) o…

10 consigli per migliorare gli addominali

Di seguito, 10 consigli per migliorare gli addominali, leggi con attenzione c'è molto di più di quello che trovi scritto, come negli addominali dove c'è molto di più di quello che vedi a prima vista. Se poi vuoi di più dopo aver letto questo leggi Addominali cliccando qui

1) dimagrire, potete fare tutti gli addominali che volete, se c’è del grasso in eccesso sulla pancia, un six pack come si deve, non lo avrete mai. Detto tra di noi "te lo puoi sognare"

2) Diminuire l’alcol, è uno dei peggiori nemici dei vostri addominali, se bevete molto alcol, quelli che pensate di vedere non sono addominali, è solo l’ombra residua, o una visione sfalsata dai giramenti di testa.

3) Bevete molta acqua, e diminuite il sale nei cibi, l’aspetto dell’addome ne guadagnerà. Idratando e espellendo i liquidi in eccesso, gli addominali verranno fuori come i funghi.

4) Non fate migliaia di addominali, non serve a nulla! se ne fate tanti, significa che usate altri muscoli, la vostra schiena è a r…

Muscoli del perineo tonici per lo sport

Perchè i muscoli del perineo trattati tramite esercizi Kegel ed altri, dovrebbero essere importanti?

Quando si fa sport, ma anche nella vita quotidiana non si pensa a niente, non si pensa a contrarre quel muscolo o quell'altro, si fa sport e basta, il corpo contrae i muscoli che deve e finisce li.

Controllare il grado di contrazione di alcuni muscoli può essere molto utile, i muscoli del perineo chiudono il fondo del bacino, la maggior parte delle pressioni e tensioni finiscono li, non è raro, specie per le donne avere piccole perdite di urina sotto sforzo.

Un migliore allenamento di questi muscoli permette un miglioramento di altri muscoli, come gli addominali ed i paravertebrali che potranno svolgere il loro compito tranquillamente senza problemi causati da un pavimento pelvico atonico, che non prmette trasmissioni di pressioni adeguate.

Gli organi del piccolo bacino tenderanno a rimanere in sede e a non scivolare in avanti formando la classica pancetta posturale.

Cominciamo a f…

Allenarsi con il trampolino elastico, 20 esercizi per cominciare.

Il trampolino elastico diventa sempre più presente dentro le palestre ed anche in molte palestre casalinghe, però oltre a a saltellarci sopra ed a fare lavoretti sull'equilibrio come possiamo fare a farlo fruttare al meglio, e così aggiungere un altro mezzo utile al raggiungimento della forma fisica perfetta.

Gli esercizi:
1) saltellare piedi pari, facendo lavorare solo le caviglie, le gambe rimangono quasi tese;
2)saltellare a gambe alternate, come si si saltasse la corda, le gambe rimangono quasi tese;
3)saltellare piedi pari in avanti ed indietro, a destra ed a sinistra, le gambe si piegano poco;
4)lo stesso alternando il carico sulla gamba destra e sulla sinistra;
5)usarlo come uno step, porre il piede d'appoggio sul centro del trampolino, alternare il piede ad ogni salita.
6) lo stesso salendo di lato
7) saltellare piedi pari, portando il carico sull'esterno del piede, sull'interno, sulle punte, sul tallone;
8) saltare a piedi pari con le mani incrociate sul petto;
9)salte…

Stretching, respirazione rilassamento

Molti fanno stretching, molti ci litigano senza cavarci un ragno dal buco, possiamo ottenere molto dallo stretch. se ci applichiamo ed usciamo dalla"normalità". Nel post che troverete in seguito, pubblicato sul mio blog dedicato alla postura, troverete delle idee sulle tecniche respiratorie da provare e su una variante molto interessante.
Leggete questo post cliccando QUI uso queste tecniche quotidianamente e quando vedo i miei clienti camminare meglio, più sciolti e sorridenti mi rendo conto che c'è un intero mondo sotto quello che noi definiamo nella norma.
Provateci.

Dimagrire in vacanza, 10 consigli.

Dopo un anno di sacrifici per raggiungere la forma fisica sperata, siamo arrivati alle vacanze, cosa fare per mantenere bene il fisico costruito con tanta difficoltà e magari continuare a dimagrire senza incorrere in infortuni ed evitando i chili di troppo in agguato? Eccovi 10 consigli.

N°1: il cibo, di dare regole ferree non me la sento, è sempre vacanza, ricordatevi però, che se oggi esagerate domani dovrete recuperare, mangiando bene e seguendo gli altri consigli, non è pensabile di strafare sempre.

N°2: ogni due o tre giorni, dedicatevi a frutta e verdura, così smaltirete con le fibre un poco di scoree accumulate e recupererete sali minerali e vitamine.

N°3: se esagerate con l'alcool, il giorno dopo idratatevi molto, cercate di bere almeno un litro di acqua in più rispetto al normale, e mangiate frutta.

N°4: Se prendete molto sole, se vi affaticate molto, e se siete nelle condizioni dettate dalla terza regola, bevete molto te verde senza zucchero, gli antiossidanti vi servono…

Esercizi per il bacino, tono e funzioni migliori.

Questi esercizi per il bacino, fanno parte del mio programma, di bilancimento posturale e di riprogrammazione del movimento. Primo obiettivo un tono muscolare  e delle funzioni migliori.


Pancia gonfia, lombalgie, dolori agli arti inferiori, sono alcuni degli effetti di un bacino poco equilibrato, gli organi pelvici, su tutti utero e vescica per le donne, soffrono gli eventuali squilibri del pavimento pelvico ed una mancanza di tono. A volte anche un eccesso di tono può ridurre la funzione pelvica.

Il bacino ha un compito sempre in bilico tra contenente e contenuto, gli organi contenuti devono essere tonici ed elastici, la stuttura contenente non deve cedere e non deve bloccare. Il benessere passa da un rapporto tra contenente e contenuto equilibrato.

Ho parlato in un post precedente  di come allineare il bacino e di esercitazioni finalizzate al miglioramento del tono posturale dei muscoli profondi, con particolare attenzione a quelli del perineo ed ai movimenti pelvici.

Ora è il mome…

il benessere passa attraverso un bacino libero

Liberare il bacino dalle sue costrizioni è un passo importante verso il tuo benessere.

Questo esercizio, mutuato dalla tecnica Feldenkrais ti può iniziare in quello che è un percorso utile a rendere il bacino e l'anca liberi dalle costrizioni imposte dalle emozioni e dagli schemi motori imposti.



SdraiatI  a terra cerca di percepire tutte le parti a contatto con il suolo.
Devi stare comodo.
 Piega le gambe, piedi a contatto con tutta la superfice plantare con il pavimento e le
ginocchia verticali, percepisci tutti i punti di contatto del corpo.
Fai mente locale se un punto è a contatto e il punto omologo dall’altro lato  non tocca o tocca meno (le spalle, il bacino ecc)

Lentamente e senza sforzo, inclina il pube in avanti come se volessi portarlo verso il
pavimento, di pochissimo,(immagina il percorso del pube) appena accennando il
movimento, sentirai la curva lombare allontanarsi di poco dal pavimento ed il coccige
prendere contatto con il suolo.

Poi lentamente portalo in su i…

quattro ore con il Dott Jean Pierre Meersseman

Ho avuto l'opportunità di fare visita al dott. Meersseman, nel suo studio di Milanello.

Il motivo della visita era capire meglio il Milan Lab.

Tralasciando la parte tecnica ed organizzativa e l'essenza del progetto, non è questo l'oggetto del post, quello che è più risaltatato da questo incontro è l'uomo che avevo di fronte, un bagaglio di conoscenze ed informazioni incalcolabili, sicuramente una delle persone che per dirla alla Wired, ha contribuito al cambiamento del mondo, o di un certo mondo, quello sportivo.
A molti nell'ambiente sportivo non piace, uno così è scomodo in posti dove ancora alcuni impostano i programmi sul sentito dire o su "lo faceva mio nonno"!
Sicuramente è un uomo che organizzando le cose in un certo modo, riduce le variabili contrarie.
Chapeau Dott. Meersseman

I test di valutazione della performance

Nel n°81, 2009, di SDS rivista dello sport del CONI, è riportato un articolo “ I test di valutazione quello che non viene mai detto” che si prefigge lo scopo di chiarire le qualità che deve avere un test per essere attendibile. Il gruppo di lavoro Impellizzieri, Fiorella, Bravo, Castagna, prende ad esempio il calcio per dimostrare l'attendibilità dei sistemi utilizzatisono confrontati il test a navetta di Capanna con lo Yo Yo inermittent recovery test.
Nella costruzione del test, dicevamo sono riportati 5 attributi: Modello teorico; validità; ripetibilità; responsività; interpretabilità. Non essendo questa una recensione, consiglio di leggere l’articolo in questione per farsi una propria idea sulle argomentazioni, teoria della progettazione del test e parametri usati per dichiarare attendibile il test.
Noi che dobbiamo confrontarci sul campo nel quotidiano e dobbiamo dare ai collaboratori la possibilità di sviluppare capacità, tecniche e metodi abbiamo l’obbligo di semplificare…

La potenza non c'è senza controllo, impara gli esercizi Kegel

Allenare i muscoli del pavimento pelvico, può portare ad indubbi vantaggi. sicuramente potere controllare la potenza grazie agli esercizi kegel da una marcia in più.


Gli esercizi per il pavimento pelvico dovrebbero essere inseriti in ogni programma di allenamento o riabilitazione, per migliorare il rendimento gobale e limitare le problematiche alla colonna vertebrale, spesso invece inseriamo esercizi che sul lungo periodo possono creare problematiche non indifferenti ad un'area deputata al controllo ormonale ed allo sviluppo equilibrato delle emozioni.

personalmente li utilizzo per tonificare e drenare il piccolo bacino quando i miei atleti sono reduci dalla pubalgia.


Esercizi Kegel, il controllo del benessere

Il pavimento pelvico è quella zona del corpo che sta in basso tra  pube e osso sacro, questa zona deve essere mantenuta tonica ed elastica.

Immagina, come se ci fosse un’amaca che è collegata tra coccige e pube, quest’amaca sostiene il peso degli organi del piccolo bacino ed…

Rimettersi in forma, terza parte

Il terzo, programma della serie rimettersi in forma e dimagrire con un'allenamento mirato, è più impegnativo per le intensità maggiori che devono essere ricercate. Più il metabolismo è stimolato a recuperare nelle ore seguenti l'attività maggiori saranno i benefici. Come al solito, vi raccomando di parlare co il vostro medico prima di affrontare un qualsiasi programma fisico, e di astenervi se non siete in condizioni idonee, La visita medico sportiva è d'obbligo per no correre rischi.

Open publication - Free publishing

Rimettersi in forma, dimagrire correndo, secondo step

Secondo programma di allenamento per ritrovare la forma fisica, e dimagrire correndo. Si tratta del naturale proseguimento del primo, o può essere interpretato subito se ci si sente in condizione. Ricordate di farlo vedere al vostro medico e di fare una visita medico sportiva prima di iniziare ad allenarvi.

Open publication - Free publishing

qui potete trovare il primo programma per rimettersi in forma(......)

Dimagrire e rimettersi in forma con la corsa ed altri esercizi, primo programma

Da oggi inizierò a parlare di allenamento per ritrovare la forma fisica, inserirò una serie di programmi di allenamento base, per raggiungere la forma fisica desiderata, dimagrire e raggiungere il meritato benessere psicofisico.
Questa prima serie è strutturata a carattere progressivo, nessuno vi vieta di partire da uno dei due livelli successivi, quando saranno pubblicati.
Buon lavoro, e ricordatevi che siete responsabili della vostra salute e prima di allenarvi fate un controllo medico adeguato.

Open publication - Free publishing

se amate la piscina, cliccando qui trovate un allenamento apposito.

Se i risultati non arrivano, anche se vi allenate tanto.

Ieri ho avuto un colloquio con un amico e ora anche cliente a proposito degli scarsi risultati fisici che aveva ottenuto, questi purtroppo sono mancati, nonostante l’ottimo approccio che il mio amico ha avuto nell’organizzare la propria rimessa in forma.
Il progetto del mio amico prevedeva: dieta, prodotta da un nutrizionista, allenamento in palestra più allenamento aerobico (cardio) all’aria aperta, con quantità di lavoro adeguate. Quali possono essere state le cause del mancato successo della strategia del mio amico?
Analizziamo meglio. Il piano nutrizionale è il primo indagato, non stiamo qui a discuterne i contenuti, ricordiamo che esistono meccanismi ancestrali che devono essere tenuti in conto. Dimagrire, significa sottrarre al corpo energie e risorse, non importa se parliamo di un paio di chili o di decine di chili, il corpo percepirà sempre una sottrazione, un furto. Il corpo, che non è un involucro ma una collettività di cellule, entra immediatamente in difesa diminuendo i…

Alimentazione Kosher, una realtà da valutare.

Nella panoramica delle alimentazioni dettate dalle religioni, non dimentichiamo che le religioni hanno avuto grande importanza proprio per impartire norme di condotta, alimentari ed igieniche.
E' particolramente rilevante l'alimetazione kosher, qui trovate una descrizione dettagliata il cibo kosher per chi non è di religione ebraica può essere utile per brevi periodi rifarsi alle regole kosher, si otterranno sicuri vantaggi, questo è un argomento su cui torneremo, la combinazione dei cibi può divenire un'arma potente, specie nel rapporto anima e corpo. A dopo.

organizzazione area fisica di un settore giovanile, seconda parte

Nella seconda parte, ci dedicheremo all'aspetto organizzativo del lavoro fisico, normalmente questo è lasciato alla libera scelta ed interpretazione del singolo istruttore, che in base alle sue esperienze decide quali mezzi e metodi utilizzare.
Non va bene, è un modello organizzativo, che produce risultati in modo casuale, invece noi vogliamo essere causa dei risultati.

Il Consulente
in molte realtàpuò essere utile avvalersi di un consulente che pianifichi gli interventi e crei una sorta di training plan, una road map da seguire per ottimizzare i risultati. Il training plan non potrà non comprendere la parte tecnica, che dovrà essere codificata in modo tale da ottenere un risultato di ordine fisico, in genere su questo punto gli allenatori sono restii a cedere un poco "campo" però i conti bisogna farli con la solidità della società, gli allenatori tranne in rari casi dopo una o due stagioni passano, e una società non può pensare di riassettarsi continuamente disperdendo ene…

proto-dieta seconda parte

Organizzare l'alimentazione secondo modelli antichi, può essere utile per ottenere un migliore sfruttamento della produzione ormonale. Un ciclo alimentare basato su un consumo di vegetali per molti giorni e di proteine animali per massimo due giorni come può essere un 5 + 2 o 5 + 1 è quello che ci è stato tramandato dalla notte dei tempi, è possibile che all'epoca dei cacciatori raccoglitori il ciclo andasse da un 6/7 + 2 e un 4/5 + 2, si sa, non doveva essere proprio come andare in macelleria a comprare la carne. Infatti con l'agricoltura e le religioni strutturate si è passati a 5 + 1 o 2.
Cosa si mangia realmente? molte verdure crude, poche verdure cotte, tuberi, ortaggi, frutta fresca, frutta secca, un menù vegetariano per disintossicarsi è fare il pieno di vitamine e fibre, è possibile aggiungere delle uova (poche), e piccole dosi di latticini. Eliminare gli zuccheri semplici e i cereali troppo raffinati, pane, pasta e dolci. Grande vantaggio, eliminare i conservanti. …

allenare gli occhi per una performance superlativa

Modificato il 22-06-10

Originariamente il post in allegato era su un blog dedicato alla postura, in attesa di creare u nuovo blog molto più tecnico inserisco in questo alcuni degli articoli.

gli esercizi avanzati per gli occhi, sono utili per cominciare a lavorare anche su quella parte di sistema nervoso che elabora le immagini e tendiamo ad assopire con le nostre abitudini.

Questi esercizi in una programmazione votata alla performance devono essere tenuti in considerazione, sia che la performance sia fisica, che cognitiva o anche emozionale.

qui trovi il post 

Lavorare sul movimento oculare, sincronizzare al meglio occhi e muscolatura sub-occipitale, vedere più chiaro sono elementi primari della prestazione.

Bisogna allenare gli occhi così come si fa con i muscoli.

Visualizza e realizza

occhi e collo, facciamoli lavorare assieme

Vuoi ottenere un collo libero ed elastico? devi fare lavorare assieme collo ed occhi, un ottimo  esercizio è quello proposto di seguito: collo bloccato? usa gli occhi per liberarlo

Il concetto da seguire, e che occhi e collo devono lavorare assieme per ottenere la massima elasticità, questo perché i muscoli suboccipitali, quelli che stanno dietro ed intorno alle prime vertebre cervicali sono condizionati dal movimento degli occhi.

Devi sapere che si tratta di muscoli molto reattivi agli stimoli, per il grande contenuto di recettori muscolari di cui sono dotati. Rispondono immediatamente contraendosi e rilasciandosi ad ogni movimento oculare. Per spostare la testa sarà spontaneo muovere prima gli occhi.

Prova a mettere le mani incrociate dietro la nuca e muovi gli occhi, li senti contrarre leggermente? se ti metti davanti da uno specchio e giri gli occhi a sinistra la testa rimane ferma o segue un po' il movimento?

Su questa base utilizziamo un esercizio che nelle diverse versioni…

Quando specchiarsi è utile, i neuroni specchio e l'insegnamento nello sport.

Sul numero 179 di Nova 24, de il Sole 24 ore, c'è un articolo sui neuroni specchio: Il riflesso dei neuroni di Guido Romeo.

I neuroni specchio, secondo alcune ricerche in corso, sono deputati a creare un stimolo attentivo riflesso. Esempio si arriva in un luogo e alcune persone guardano in alto, senza pensarci guardiamo in alto anche noi, questa è una delle probabili funzioni dei neuroni specchio.

Quando un giocatore riesce ad anticipare l'avversario in azioni molto veloci, poco prevedibili, è possibile che si sia servito in modo inconsapevole dei neuroni specchio. Questi neuroni che praticamente servono a copiare l'azione, e lasciarla in memoria per un tot di tempo, potrebbero essere sfruttati in allenamento, per insegnare la tecnica e le tattiche.

Sembra che siano specializzati nella lettura di situazioni che si svolgono vicino al soggetto. Ecco, forse, perché gli allenatori urlano spesso ai giocatori più lontani nel campo.

Sempre che sia appurata la loro esistenza ne…

organizzazione area fisica di un settore giovanile (prima parte)

La prima domanda da farsi quando si parla di settore giovanile è perché lo si vuole fare. Preciso subito che non credo alle forme di volontariato sociale in ambito sportivo, a meno che non sia una parrocchia (vi ricordate gli oratori) o un centro laico con finalità simili, inserito in un contesto sociale difficile.
Se ci si imbarca in queste avventure, le ragioni possono essere economiche o di immagine, quindi sempre un ritorno lo si vuole ottenere, quindi i sacrifici che si devono compiere sono finalizzati.
Che sia quello di una grande club o quello di una associazione di quartiere il metodo da seguire è lo stesso, cambiano solo le proporzioni.

Formare gli istruttori se non ci sono istruttori qualificati, lo sviluppo degli atleti sarà affidato alla capacità del singolo di emergere, considerato che i tempi della foresta sono passati, non si può lasciare per strada tutto il potenziale inespresso di tanti giovani, bisognosi di stimoli adeguati per poter sviluppare e canalizzare le loro capa…

Perchè usare la Kettlebell

A questo punto, dopo avere visto il video nel post precedente, molti avranno arricciato il naso, considerando la Kettlebell arcaica, certo non ha il fascino tecnologico di un attrezzo da palestra da ultima generazione, magari servoassistito, con video da 15" incorporato, dotato di collegamento ad internet. Sembra più un accessorio per i forzuti in calzamaglia a righe di fine 800, è vero, però funziona è costa poco, e già questo non è male. Puoi utilizzarla in posti diversi dal centro Welness, magari in spiaggia, o in un bosco, o accanto ad una pista d'atleltica, e credo ne conveniate che un certo vantaggio anche in questo aspetto c'è. Ora, si formano per un secondo delle rughe sulla fronte, gli occhi vi si illuminano e dite, si ma fa male alla schiena. Mi aspettavo la sentenza, perchè da un poco di tempo in alcuni ambiti la disinformazione ha fatto terra bruciata, parlare di pesi liberi, e tecnica di sollevamento pesi e come parlare del diavolo. Non sapendo che in molt…