Passa ai contenuti principali

Addominali.



Post Modificato il 15-10-14

Non amo particolarmente i classici esercizi per gli Addominali, anzi non li reggo propriosono orientato allo sport professionistico e quindi, mi concentro sugli esercizi funzionali per l'addome,  non che tutti nel mio campo lo facciano, però, capisco che è utile parlare dell'argomento proprio perché interessa a tantissima gente.

Con il Boom di pratiche come il Pilates e il cross fit gli addominali sono stati riscoperti un poco da tutti. Un addome piatto, il classico Six Pack da copertina piacerebbe  a molti e spesso  gli sforzi per ottenerlo partendo da addominali rilassati sono enormi, e altrettanto spesso ci si procurano danni alla colonna vertebrale. 

I motivi sono parecchi, si va dal  tonificare l'addome, dal dimagrimento localizzato, agli esercizi post parto o perché si vuole semplicemente scolpire l'addome.

In un  progetto di esercitazioni mirato alla messa in mostra del proprio six pack, bisogna considerare alcuni passaggi fondamentali:


  1. dimagrire! Non è possibile vedere gli addominali sotto uno strato di ciccia. E gli esercizi per l'addome non fanno dimagrire. Quindi prima di ammazzarti a crunch perdi quei chili di troppo, non devi andare in letargo quindi mollali.
  2. stabilizzare il tronco; gli esercizi di Core Stability creano una base, rafforzano addome e lombi e permettono di affrontare le esercitazioni con meno rischi.
  3. La respirazione, imparare bene la respirazione diaframmatica, comporta miglioramenti inaspettati e mette in sicurezza da un eccesso di tono alla base dello sterno. Respira che ti serve.
  4. Gli esercizi veri e propri devono essere vari, non serve fare 1000 crunch al giorno! A meno che non sia tua intenzione fare un record o provocarti una fistola anale ... vedi tu.

Quali esercizi fare, una volta messo il corpo  in condizioni ottimali con un lungo periodo di core stability?

  • Crunch in sospensione alla sbarra ( ci vuole il fisico)
  • Crunch in sospensione al trx ( ce ne vuole di più)
  • Mountain Climber, magari con elastici attaccati ai piedi, se sei quello col fisico di prima, altrimenti senza elastici)
  • Squadro alle parallele, sia normale che con gambe a forbice (se si è tanto allenati, qui il fisico non basta)
  • Lanci della palla zavorrata a terra.
  • lanci della palla zavorrata al muro, attento se il muro è di cartongesso non ne farai molti.
  • Crunch in piedi ai cavi, accessibile
  • Spider UP o Warrior Crawl ti vorrei vedere mentre lo fai.
  • Windmill con kettlebell o manubri ( posa yoga del triangolo)
  • Turkish get up ( tanto per fare un lavoro un tantino più funzionale e poter fare i fughi al bar mentre ingurgiti le calorie giuste per distruggere quello che hai fatto)
Ne vuoi ancora? Se non ti bastano questi è una fissazione!

Chiariamo un paio di concetti,
 Gli addominali che servono si fanno con il core stability e facendo gli altri esercizi in palestra ecc. ecc. che palle lo so.

Un eccesso di addominali quando non si è pronti può portare diverse a problematiche che vanno dai dolori lombari alle ernie e a diversi casi documentati di pubalgia. 

Fatevi seguire da istruttori  esperti, non solo muscolosi, che abbiano un minimo di conoscenze di biomeccanica. Cum grano salis. Non vi cimentate in esercitazioni viste su You Tube  o in allenamenti ad alta intensità senza il supporto di un tecnico esperto.

Qualcuno il six pack lo vuole mostrare, qualcuno lo vuole bere, alla fine l'importante é essere soddisfatti. Ma in ogni caso non fatevi male.

Enjoy



Foto Di Calibe Thompson 

Commenti

Post popolari in questo blog

Crampi e contratture ai polpacci, recupero rapido.

Sono sempre in  parecchi quelli che mi chiedono cosa fare con  le contratture ed i postumi dei crampi ai polpacci. I commenti sono: ho i polpacci di pietra, si sono induriti improvvisamente e così sono rimasti, li ho completamente contratti, ho avuto una distrazione di 9 mm .. Ecc.  
Ecco alcuni semplici consigli per recuperare prima questa fastidiosa evenienza.
E' d'obbligo il controllo medico, ecografia o RMN, vedrà lui cosa fare, ma va fatto, poi se tutto è ok, puoi procedere con le mie info.

Questo perché, se pensi di fare da solo, di decidere di cosa si tratta, sei nel immerso letame fino al collo, è sono stato gentile. 
Le cose da fare

N° 1, scaricare la catena miofasciale posteriore, basta mettere un piede su una pallina di gomma dura, molto  dura e fare scorrere la pianta per una decina di minuti, e così si ottiene un piccolo sbocco di tutta la catena di muscoli che parte dal piede e raggiunge il collo, con il conseguente rilassamento.
N°2, La seconda cosa da fare è decompri…

Adduttori affaticati e contratti

Ritorno sull'argomento adduttori affaticati e contratti, revisionando e ripubblicando questo post, scritto nel marzo 2012. In questi giorni ho avuto modo di sentire e leggere molte “idee” sulla “gestione” di questi muscoli, e come al solito trovo delle incongruenze di natura meccanica e funzionale nei metodi di tonificazione e de-tonificazione di questi muscoli. Dicembre 2014
L'argomento interessa in particolare gli atleti, i preparatori fisici e gli allenatori.

Postura migliore e senza spendere soldi con i massaggi.

Una postura migliore senza spendere tanti soldi è possibile basta un poco di impegno. E con questo post ti faccio un regalo che vale oro per ogni lettera scritta. Prima però leggi i 7 errori da evitare per rovinare la postura.

Quando ho iniziato a fare il posturologo nella mia città, Reggio Calabria, il mio impegno era rivolto agli sportivi professionisti delle squadre con cui lavoravo. Dopo, quando ho portato "fuori" dall'ambito sportivo al mia attività ho utilizzato molte delle cose che avevo scoperto lavorando con gli sportivi. 
Questa è una, i massaggi.

Farsi fare i massaggi dal partner o da un amico/a o per alcune tecniche imparare a farseli da soli è un buon modo per stare bene, e per chi fa sport massimizzare gli effetti dell’allenamento. Oltre che il benessere psicofisico che ti fa raggiungere, aiuta mente e postura.

Quelle che illustrerò in seguito, sono tecniche di massaggio che insegno ai miei atleti ed ai loro istruttori, o ai miei clienti e ai loro familiari. L…